20 Mag. 2015 - Leonardo Parachini

Seminar Leonardo Parachini

I palazzi civici.
Le antiche sedi municipali dei Comuni che tra il 1927 e il 1939 sono confluiti in Verbania

Presenta: Leonardo Parachini
Associazione Amici dell'Archivio di Stato di Verbania

Il 4 aprile 1939 Vittorio Emanuele III, re d’Italia e imperatore d’Etiopia, decretò che i Comuni di Intra e di Pallanza, in provincia di Novara, fossero riuniti in un unico Comune denominato Verbania. Con questo atto regio si concluse un processo di aggregazione e semplificazione amministrativa iniziato una dozzina di anni prima che aveva già unificato gli enti locali più piccoli ai due borghi più importanti. Nel 1927 a Pallanza furono infatti aggregati i Comuni limitrofi di Suna e Cavandone, tra il 1927 e il 1929 a Intra si unirono quelli di Trobaso, Zoverallo, Arizzano Inferiore e Unchio. Attraverso documenti d’archivio e immagini d’epoca cercheremo di individuare le sedi comunali di questi antichi comuni, ormai scomparsi da un punto di vista amministrativo, ma ancora riconoscibili nel tessuto urbano della nostra città policentrica.

click to download notice of seminar

7 Mag. 2015 - Maurizio Maugeri

Seminar Maurizio Maugeri

Proiezione delle serie storiche secolari italiane di dati termometrici e pluviometrici su una griglia ad alta risoluzione

Presenta: Maurizio Maugeri
Università di Milano, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

La ricostruzione dell’evoluzione delle temperature e delle precipitazioni nel passato viene solitamente fatta considerando anomalie rispetto a valori medi climatologici e mediando i dati su ampie regioni geografiche come, per esempio, l’intero territorio nazionale. Le serie risultanti sono quindi di difficile utilizzo nell’ambito di studi che si propongono di valutare l’impatto della variabilità e dei cambiamenti climatici alla scale locale.
In questo contesto, un gruppo di ricerca basato su una collaborazione tra il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Milano e l’Istituto per le Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR ha sviluppato una metodologia, basata sulla sovrapposizione di climatologie ed anomalie, che consente di proiettare le serie secolari italiane su una griglia con risoluzione di 30 secondi d’arco.
La presentazione si propone di presentare questa metodologia e di mostrare come i risultati prodotti possano anche essere usati per il downscaling delle proiezioni climatiche future.

click to download notice of seminar

30 Apr. 2015 - Leonardo Scaglioni & Lucia Cavalca

Seminar Scaglioni Cavalca

La contaminazione da Arsenico nel Rio Rosso (VB):
palestra didattica e caso‐studio di un ecosistema montano

Presenta: Leonardo Scaglioni e Lucia Cavalca
Università di Milano, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

La collaborazione tra l’Università degli Studi di Milano e il CNR‐ISE, in atto da diversi anni, ha portato quest’anno alla istituzione di un nuovo insegnamento nell’ambito della Laurea magistrale in Scienze Agroambientali. Tale insegnamento, denominato Laboratorio Ambientale, si è occupato dello studio del torrente Rio Rosso. Questo torrente nasce nell’antica miniera dei Cani, una miniera aurifera non più attiva, nel Comune di Vanzone con San Carlo, e questo comporta una notevole concentrazione di metalli e metalloidi, specialmente Arsenico, nelle sue acque. Questo particolare sito è un laboratorio naturale chimico‐ biologico particolarmente indicato per approfondire le conoscenze sulle relazioni esistenti tra i diversi ecosistemi, in ambienti inquinati da metalli, in particolare lo stress ossidativo e i sistemi di difesa, sia dei batteri che delle piante..

click to download notice of seminar

28 Apr. 2015 - Adriano Martinoli

Seminar Adriano Martinoli

Chirotteri… chi? Curiosità evolutive, ecologiche e comportamentali degli unici Mammiferi volatori

Presenta: Adriano Martinoli
Università degli Studi dell’Insubria, Varese

I pipistrelli, il secondo ordine di Mammiferi (dopo i Roditori) in quanto a numerosità di specie, offrono interessanti spunti di analisi sia in termini evolutivi (emissione ultrasuoni, unici Mammiferi veri volatori...) sia eco-etologici, caratteristiche spesso fortemente influenzanti il loro attuale status di conservazione. Il seminario sarà l'occasione per conoscere meglio questo gruppo di Mammiferi, anche con riferimenti ai contesti locali.

click to download notice of seminar

31 Mar. 2015 - Rosaria Lauceri

Seminar Rosaria Lauceri

Progetto SISTO (Sistema di Sorveglianza Tossine Algali):
Determinazione di microcistine in organismi sentinella

Presenta: Rosaria Lauceri
CNR - Istituto per lo Studio degli Ecosistemi

Il verificarsi sempre più frequente di fioriture cianobatteriche potenzialmente tossiche, non solo in mare ma anche nelle acque dolci, richiede l’attivazione di procedure di verifica ambientale rapide ed affidabili finalizzate alla regolamentazione locale degli usi dell’acqua e della risorsa ittica, poiché la presenza di cianotossine costituisce una grave minaccia sia per gli organismi dell'ecosistema che per la saluta umana.
Il progetto SISTO, iniziato nel 2011, prevede la messa a punto di una procedura per l’impiego di bioindicatori di accumulo come sistema di allarme in situ, per la verifica precoce del potenziale rischio sanitario legato alle fioriture di cianobatteri tossici produttori di microcistine. Scopo del progetto è anche l’utilizzo di metodologie rapide, accurate ed affidabili per l’identificazione delle tossine, allo scopo di attivare sistemi di sorveglianza in grado di fornire un segnale d’allarme quando la concentrazione della tossina è ancora al di sotto del livello di allerta e/o dei limiti normativi fissati per le acque destinate all’uso umano. In particolare, per identificare e quantificare le diverse tossine, sono stati impiegati e confrontati diversi metodi: due divenuti ormai tradizionali (test ELISA ed HPLC) ed uno che recentemente sta trovando sempre più largo impiego (MALDI TOF MS). I risultati ottenuti mettono in evidenza la possibilità di utilizzo sia di organismi accumulatori come sentinelle, che del metodo MALDI TOF MS come sostitutivo e/o complementare delle metodologie tradizionali: HPLC e test ELISA, rispetto ai quali presenta numerosi vantaggi

click to download notice of seminar