07 Feb. 2017 - Giuseppe Bogliani

20170207 Seminario Bogliani

Le risaie sono ancora dei surrogati delle zone umide?

Presenta: Giuseppe Bogliani

Università di Pavia

Le risaie della Pianura Padana hanno surrogato per 500 anni le zone umide per diverse funzioni ecosistemiche. Dalla fine del XX Secolo i mutamenti delle tecniche di coltivazione e soprattutto del regime di sommersione hanno determinato dei cambiamenti rilevanti dell'ambiente risicolo, che è ora meno idoneo a ospitare organismi acquatici. Che conseguenze ha avuto tutto ciò? È possibile rimediare almeno in parte con accorgimenti agronomici? Le ricerche svolte presso l'Università di Pavia negli scorsi decenni hanno fornito un quadro di conoscenze articolato, del quale si darà conto nel seminario.

click to download notice of seminar

31 Gen. 2017 - Stefano Mammola e Marco Isaia

20170131 Seminario Mammola-Isaia

Organismi di grotta come modelli per studi ecologici e biogeografici: il caso dei ragni Pimoa e Troglohyphantes

Presentano: Stefano Mammola e Marco Isaia

Università di Torino

Nel corso del seminario verranno presentati due casi di studio sviluppati durante il progetto CAVELAB, un progetto di ricerca multidisciplinare incentrato sull'ecologia degli ambienti sotterranei, nell'ambito dei quali sono stati impiegati due generi di ragni di grotta come modelli per studiare le vicende biogeografiche alpine alla base della speciazione, le dinamiche di interazione tra predatori all'apice della rete trofica, e le potenziali risposte di adattamento degli organismi cavernicoli ai cambiamenti climatici.

click to download notice of seminar

27 Gen. 2017 - Rosa Galvez-Cloutier

20170127 Seminario Galvez

The environmental management of Lac Mégantic (Quebec, Canada) Case Study: multidisciplinary research and practical lessons to be learned

Presenta: Rosa Galvez-Cloutier

Department of Civil and Water Engineering, Laval University, Quebec, Canada & Senate Canadian Government

On the night of July 5, 2013, a freight train carrying light crude oil from North Dakota derailed in the town of Lac-Mégantic (Quebec, Canada), causing explosions, fires and the spill of 7000m3 of oil. This catastrophe resulted in 47 human deaths, the destruction of the city's downtown and substantial environmental pollution. Indeed, oil infiltrated soils and contaminated Lac-Mégantic (lake) and the Chaudière River. Floating oil was observed up to 186 km from Lac-Mégantic in the direction of the St. Lawrence River. This emergency is considered the worst case of an inland oil spill in North America. Remediation actions included excavation and biotreatment of contaminated urban soils and monitoring of contaminated water and sediments along the Chaudiere River (200 km). – A multidisciplinary group of researchers initiated a vast research program in order to use this case as a learning instrument for various environmental studies that included emergency actions, environmental impact evaluation and remediation strategies. This presentation aims to present the emergency, and ongoing research on environmental impacts, quality monitoring and remediation treatments. This case is used to illustrate the various scientific areas that contribute to solve an environmental problem.

click to download notice of seminar

24 Gen. 2017 - Alejandro Martinez Garcia

20170124 Seminario Martinez

Cosa possiamo imparare in ecologia ed evoluzione studiando gli animali cavernicoli marini?

Presenta: Alejandro Martinez Garcia

CNR Istituto per lo Studio degli Ecosistemi di Verbania Pallanza

Le grotte marine sono conosciute come riserva di biodiversità, ospitando organismi con adattamenti peculiari. La conoscenza sulla loro diversità è limitata ad alcuni gruppi, in particolare ai crostacei. Uno studio più approfondito di questi ambienti porterebbe ad una maggiore conoscenza dei processi di colonizzazione, di speciazione e di adattamento. Lo scopo di questa presentazione è quello di mostrare i risultati ottenuti da recenti studi sull'evoluzione di vari gruppi animali in grotte marine. Secondo il World Register of Cave Species (WoRCS), circa 1500 specie sono state scoperte in grotte marine. Le nostre analisi filogenetiche hanno dimostrato che molte delle specie esclusivamente di grotta sono legate a gruppi di acque costiere, mentre altre sono legate a gruppi di grandi profondità. Le analisi comparative indicano che certe uniche caratteristiche morfologiche potrebbero essere degli adattamenti antichi, mentre altre sono degli adattamenti secondari agli habitat presenti nelle grotte. In conclusione, le analisi indicano che le grotte marine rappresentano importanti fonti per nuove scoperte zoologiche.

click to download notice of seminar

17 Gen. 2017 - Paolo Galli

20170117 Seminario Galli

Storia, infrastrutture, logistica e attività di ricerca nella base MaRHE (Centro di ricerca dell'Università Bicocca di Milano), Maldive

Presenta: Paolo Galli

Direttore MaRHE Center Maldive, Università degli Studi di Milano Bicocca, Milano

L'Università degli Studi di Milano Bicocca è presente alle Maldive con il MaRHE Center, un Centro di Ricerca e Alta Formazione. Scopo del Centro è di svolgere attività di ricerca in diversi ambiti quali quelli dell'ecologia marina, della sostenibilità, dei cambiamenti climatici, del turismo sostenibile e della geografia umana. Durante il seminario verrà presentata la storia che ha portato alla nascita di questo centro, le strutture disponibili e le principali ricerche condotte in collaborazione con ricercatori di tutto il mondo.

click to download notice of seminar